Ti trovi in:

Home » Territorio

Il Comune di Commezzadura è collocato al centro della Val di Sole, attraversato da ovest ad est dalla S.S. 42 del Tonale e della Mendola.

  • In auto: Autostrada del Brennero ( A22 ) fino a Trento o preferibilmente S. Michele all'Adige, poi SS 43 via Mezzolombardo, Cles, quindi la SS 42 attraversa tutta la Val di Sole. 
  • In treno: Fino a Trento o preferibilmente a Mezzocorona. Di qui con la ferrovia Trento-Malè fino a Malé. Dalla stazione di Malé un servizio pulman di linea collega tutti i centri della valle. 
  • In aereo: Gli aeroporti internazionali più vicini alla Val di Sole sono: VERONA (Valerio Catullo - Km 163 ); MILANO (Linate - Km 250 ); MILANO (Malpensa - Km 280 ); VENEZIA (Marco Polo - Km 240 ).

Le Frazioni

Fotografia di Almazzago

Nel centro storico di Almazzago, caratterizzato dalla presenza di rustici e vicoli suggestivi, si trova anche la chiesa dedicata a S. Rocco.


Fotografia di Deggiano

Deggiano è formata da un nucleo di antiche abitazioni e da rustici con splendida vista sul Gruppo del Brenta.


Fotografia di Mastellina

Mastellina presenta un assetto urbanistico di pregio grazie ai suoi edifici storici, fontane ed alcuni rustici.

Fotografia di Mestriago

Nella parte più antica di Mestriago sorge la chiesetta dedicata a S. Giovanni Battista tra costruzioni che mantengono ancora la loro conformazione rustica originale.

Fotografia di Piano

Il centro storico di Piano presenta antichi edifici, diverse fontane, scorci e caratteristici passaggi interni a volta a botte (le cort), nella parte bassa dispone di un bar ed un negozio di generi alimentari.

Le Associazioni

associazione

La “Polisportiva Camocina Commezzadura” viene costituita nel 2002 per volontà di un gruppo di amici con finalità di sviluppare e promuovere l’attività del ciclismo fuoristrada ed in particolare la downhill organizzando manifestazioni di alto spessore in conformità ai dettami dell’Unione Ciclistica Internazionale e della Federazione Ciclistica Italiana.
La Società, per volere dei soci fondatori, è costituita come associazione ciclistica dilettantistica, iscritta all’album delle società del C.O.N.I. e per statuto apolitica e senza fini di lucro.
La spunto di fondare la società è stato dettato, oltre che dai lusinghieri risultati degli anni precedenti in campo ciclistico portati avanti dall’Unione Sportiva Commezzadura, dalla volontà di dare sempre maggiore visibilità alla disciplina della downhill che dopo le prove nazionali allestite in funzione della candidatura ai Campionati del Mondo Mountain Bike (MTB) 2001 suggerivano il tracciato di Commezzadura come sede ideale per questo sport.
Il logo ed il nome della costituenda società venivano proposti, ed accettati all’unanimità, da Severino Podetti, un uomo non solo amante dello sport ma convinto estimatore della terra di Commezzadura e delle sue possibilità di sviluppo turistico, sportivo e culturale. La società è stata subito premiata con l’organizzazione dei Campionati Italiani Assoluti Downhill del 2001 e dalle successive prove della Val di Sole Cup Internazionale del 2002 – 2003 – 2004 per fregiarsi negli anni 2005–2006 dei Campionati Europei Assoluti nonché dei Campionati Europei Master, vere prove di valore mondiale dal momento che i migliori “piloti” sono continentali.
L’albo d’oro, l’interesse della stampa specializzata con ampi servizi, le trasmissioni televisive nazionali e locali, l’entusiasmo di team manager e media, testimoniano la crescente professionalità organizzativa della società premiando oltre che il direttivo, la collaborazione delle istituzioni locali e gli sforzi delle associazioni costituite sul territorio che non hanno lesinato impegno ed entusiasmo per la realizzazione degli eventi.
In queste occasioni la Polisportiva si è avvalsa della collaborazione del G.S. MTB Val di Sole Cup di Malé ed in particolare dell’abnegazione e professionalità di Pierpaolo Marani (Pippo), vero motore dell’esecuzione dei tracciati con la preziosa spalla di Franco Mattarei. Il susseguirsi di successi organizzativi e di visibilità internazionale hanno contribuito con la collaborazione della suddetta società, a favorire la candidatura e l’assegnazione alla Val di Sole, dei Campionati del Mondo MTB 2008 che faranno di Commezzadura il centro agonistico delle prove iridate.
Il Presidente attuale della Polisportiva è Bruno Suelotto.


associazione

Lo Sci Club Commezzadura è fondato nella primavera del 1991, soci fondatori e sottoscrittori sono 10 genitori del comune che scrivono il primo statuto e quindi con l’iscrizione alla F.I.S.I. Federazione Italiana Sport Invernali costituiscono la società SCI CLUB COMMEZZADURA. L’esigenza di fondare questo nuovo soggetto sportivo (esisteva già lo Sci Club dello sci nordico) nasce dalla necessità di offrire ai ragazzi un’alternativa nella pratica degli sport invernali, e una possibilità attraverso l’apprendimento della pratica dello sci alpino, di avere in futuro nuove e sicure opportunità di lavoro, come maestro/a di sci od operatore/a presso le società che gestiscono gli impianti.
Primo Presidente eletto è Renzo Daprà, che contribuisce allo sviluppo ed alla crescita della società, guidandola fino alla soglia degli anni 2000, quindi subentra Germano Bernardelli per un mandato, di nuovo Renzo Daprà e quindi Diego Podetti attuale Presidente.
Lo Sci Club Commezzadura gradualmente è cresciuto sia come numero iscritti praticanti sia come risultati sportivi, raggiungendo nei primi anni 2000 i primissimi posti delle graduatorie provinciali e nazionali, con risultati strabilianti ed eccezionali dei propri atleti, si ricordano tre vittorie al “Pinocchio sugli Sci all’Abetone” (di fatto un campionato nazionale per giovani atleti), titoli Italiani ai Giovanissimi, svariati titoli provinciali ed innumerevoli vittorie nelle varie competizioni. Dalla prima “covata” sono inoltre nati i primi maestri e maestre di sci, siamo già a quota 6/7 ed i numeri sono in aumento continuo, a conferma della genuinità e bontà delle scelte fatte durante gli anni. Lo Sci Club continua con la sua attività sportiva rivolta ai praticanti, appassionati, agli agonisti e soprattutto a quella creativa all’avviamento allo sport dei piccoli baby che si avvicinano alla pratica dello sci alpino.


associazione

La passione per lo sci da fondo a Commezzadura è sempre esistita tanto che i primi passi in questa disciplina si registrano già nel primo dopo guerra, tre pionieri per iniziare l’avventura: Ettore Cavallari “Di Paco”, Aurelio Bernardelli “Bafi”, Aldo Rossi “Stradin”. Nell’inverno del 1952 nasce il primo sodalizio dal nome Sci Club Camocina.
Primo presidente è l’Ing. Aldo Podetti che diventa il factotum con mansioni di accompagnatore, allenatore, cassiere, segretario…
Alla guida si susseguono poi Alessandro Bernardelli, Battista Bernardelli, Giuliano Peghini, Luigi Pellegrini.
In quegli anni iniziarono a primeggiare in campo provinciale Severino Podetti, Enrico Cavallari, Emilio Rossi, Battista Gentilini, Ermanno Rossi, Pietro Rossi, Giovanni Marinolli e Tullio Cavallari. Nella stagione 1966/67 la società decise di fondersi con lo S.C. Folgarida nato da poco e dedito alla disciplina dello sci alpino. Proprio la differenza delle due discipline, sci nordico e sci alpino, portarono alla nascita dello SCI CLUB VAL DI SOLE, per seguire esclusivamente la pratica dello sci nordico, nel corso dell’autunno del 1976. Primo Presidente Luigi Pellegrini, Responsabile allenatori Enrico Cavallari, Segretario Severino Podetti.
Vanno ricordati quegli anni per una serie di stagioni ricche di eventi, manifestazioni e risultati importanti per il sodalizio sportivo. In ordine di tempo la “Settimana Internazionale del fondo” svoltasi dal 1967 al 1974, le tredici edizioni del “Trofeo Val di Sole” manifestazione sportiva Internazionale dal 1980 al 1992, la mitica “Tafolada” granfondo di massa da Malé a Fucine. Con la presidenza di Severino Podetti, dal 1980 al 1990, la società riuscì a portare in Val di Sole la prova di Coppa del Mondo di sci nordico che nel 1988 vide vincitore il grande Gunde Svan. Ricordiamo i nomi illustri che in quegli anni si cimentarono sulle piste di Commezzadura: Giulio Capitanio, Gianfranco Polvara, Maurilio De Zolt, Giorgio Vanzetta, Silvio Fauner, Marco Albarello, Maria Canins, Manuela Di Centa, Bice Vanzetta, J. Mieto e H. Kirvesniemi (FN), J.P. Pierrat (FR), G. Svan e T. Mogren (SV), V. Ulvang, G.P. Mikkelsplass e B. Petterson (NO).
In quegli anni vanno ricordati gli atleti: Sergio Palmieri, Camillo Rosani (pluripartecipante alla Marcialonga e vittorioso in innumerevoli gare alpine), Roberto Angeli, Dante Tevini, Giuseppe Podetti “Casar”, Franco Tevini, Diego Rossi, Albino Rossi, Marco Tevini, Augusto Pangrazzi, Carlo Podetti, Albino Penasa, Rosa Penasa, Franco Podetti, Giuliano Stablum, Raffaella Podetti, Mirko Penasa…
In un articolo sul quotidiano l’Adige del 1982 Angelo Dalpez, attuale presidente del Comitato Trentino FISI, scriveva “…fulcro del sodalizio a Commezzadura restano sempre e comunque tutti gli atleti che negli anni si sono susseguiti a tenere in vita la società. Atleti ieri, dirigenti oggi, una catena destinata a continuare nel tempo.” E così accadde puntualmente. Dopo Severino Podetti infatti i presidenti sono: Onorio Magnoni dal 1993 al 1997, Raffaella Podetti dal 1997 al 2000.
Nel corso dell’autunno del 2001 la società compie un altro passo importante con la fusione di tre società: S.C. Val di Sole, S.C. Peio e S.F. Vermiglio nella nuova SCI FONDO VAL DI SOLE, primo presidente Franco Podetti, in quel momento da un anno presidente dello Sci Club Val di Sole; 1953. Enrico e Tullio Cavallari in una delle prime gare in Val di Sole dal 2004 al 2007 Presidente è Carlo Podetti; l’attuale Presidente è Ivo Pezzani, mentre Franco Podetti è Vice Presidente.
Fra le figure degli allenatori il già citato Enrico Cavallari, pilastro insostituibile per oltre 50 anni, già atleta prima, tecnico e preparatore dalle doti difficilmente riscontrabili ed i risultati riportati con i suoi atleti ne danno pienamente conferma. Negli ultimi anni il lavoro di maestro è stato affiancato dal giovane Giuseppe Angeli.
Da ultimo gli atleti che hanno reso grande la società in campo nazionale vincendo i Campionati Italiani (I indiv. S staffetta): Fernando Pedergnana (1° ’76 – ’77 – ’78 – ’79), Tito Mezzena (S ’76), Walter Pedrotti (1° ’78 e ‘79), Cristina Pellegrini (S ’81), Monica Cavallari (S ’85 e ’90), Raffaella Podetti (I e S ’85, S ’86), Cristian Cavallar (S ’86), Riccardo Baggia (S’86), Michele Rainer (CM ’88 e ’99), Sonia Podetti (S ’94), Mario Roncador (S ’06), Mirko Penasa (2° MS ’96). Da ultimo i numerosi risultati di Veronica Cavallar figlia di Rosa Bernardelli di Piano: campionessa italiana nel ’96 – ’98 – ’00 – ’02 (tre titoli Km 7,5 – Km. 15 – Inseguim.) – ’03 – ’06. Prima atleta solandra a vincere il Titolo Assoluto Italiano nella km. 30 tecnica libera.
Sfogliando gli innumerevoli verbali del Consiglio Direttivo alcune costanti fra le note del verbalizzante: il notevole impegno del Presidente e dei componenti con necessità di affidare dei “compiti specifici” (verbale del 23/09/1986), gli impegni organizzativi per i trasporti atleti, la ricerca di sponsor, i contributi pubblici, le visite mediche, l’organizzazione delle piste e del campo gara, la partecipazione alle gare, i rimborsi spese, le tute sociali, i rapporti con i Comuni e con gli Enti vari.
Sullo sfondo sempre una costante ed un volontà comune “lo sci fondo a Commezzadura ed in Val di Sole deve continuare nella sua storia pluridecennale”.

associazione

È un gruppo di volontariato nato nel 2002 e formato da un’insieme di donne coniugate che, pur fra molteplici impegni, desiderano utilizzare il poco tempo libero a disposizione per i poveri, per gli ultimi nella scala sociale.
“Le aderenti –come afferma la coordinatrice Giovanna Slanzi- non amano le formalità e la burocrazia, ma con semplicità ed immediatezza vogliono rendersi utili, in base alla loro capacità, per organizzare nei periodi più opportuni: mercatini, qualche cena con prodotti tipici del luogo, raccolta di indumenti usati,… per devolverne il ricavato a scopo di beneficenza” Il Gruppo, tutto femminile, è soddisfatto dei risultati conseguiti, anche per la collaborazione della comunità ed auspica che questo impegno gratuito possa durare a lungo.

associazione

Il 22 maggio 2006 è nata l’“Associazione S. Rocco – Almazzago” con lo scopo primario di provvedere all’organizzazione della sagra del paese, il cui patrono è S. Rocco, festeggiato il 16 agosto. Il primo Presidente eletto è Walter Savinelli: a lui il compito di stimolare la direzione ed i giovani del paese alla promozione e realizzazione di iniziative valide ed apprezzate dalla gente.

associazione

Il volontario del sangue compie, con il suo atto generoso, un’alta missione umana e sociale, tanto più nobile in quanto l’offerta è e deve rimanere anonima e disinteressata”. Il “Gruppo Donatori del Sangue” di Commezzadura è nato il 4 giugno 1975, associato all’AVIS comunale di Cles di cui era presente alla cerimonia di fondazione il segretario Nello Menapace. Il Gruppo era costituito da 16 donatori. Nel 1992 Giuseppe Marinolli ha ricevuto la medaglia d’oro per le 50 donazioni.
Il 7/5/2000 il Gruppo ha ricordato il 25° anno di fondazione: nel frattempo i donatori effettivi erano saliti a 27. Nella circostanza sono stati premiati con medaglia d’oro Piergiorgio Podetti e Severino Podetti6.
Nel 2005 con il consenso dello Statuto Nazionale il Gruppo ha potuto costituirsi in AVIS Comunale di Commezzadura. In questa circostanza sono stati premiati con la medaglia d’oro Aldo Podetti e Corrado Podetti.
Al 31/12/2006 l’Associazione conta 35 donatori effettivi.
Elenco dei Presidenti:
Renzo Maffeis 1975-1989
Severino Podetti 1989-2001
Maurizio Ravelli 2001-2004
Lorenzo Ravelli 2004 a tutt’oggi

associazione

Dopo qualche anno di appartenenza a gruppi di paesi vicini, anziani, ex combattenti e qualche giovane s’incontrarono con lo scopo di costituire il gruppo alpini di Commezzadura: era l’anno 1959 e l’anno successivo, il 2/10/1960 si svolse la cerimonia ufficiale di costituzione del Gruppo con Santa Messa officiata da Don Leita e benedizione del gagliardetto; per l’occasione la Sig.a Cornelia Zanon, sorella dell’alpino Eugenio caduto in Russia, fece da madrina alla presenza di numerose autorità civili e militari.
Il primo direttivo era composto dal capogruppo Pietro Zanon, dal segretario Giulio Peghini, dai consiglieri Alessandro Pedri, Augusto Penasa, Tullio Gramola e Tullio Cavallari.
Il gruppo si dimostrò fin da subito molto attivo organizzando vari incontri ricreativi, gare di sci, e sempre disponibile ad essere di supporto ad altri sodalizi.
Tra le attività e manifestazioni organizzate non mancano le commemorazioni dei caduti in tutte le guerre, che vengono ricordati tutti gli anni ai monumenti dei caduti di S.Agata e di Deggiano; nel 1995 al tempio di Cargnacco sono stati resi gli onori ai nostri caduti dispersi nella campagna di Russia, dove ancora oggi giacciono dispersi altri quattro alpini.
Tra le manifestazioni da ricordare è il 35° anniversario della fondazione del gruppo che è stato festeggiato il 25/6/1995 e quella che si svolse il 19/12/1997 alla Scuola Elementare di Mestriago dove, alla presenza di numerose autorità civili e militari tra le quali il Presidente sezionale Margonari, il gruppo fece dono agli alunni delle scuole elementari e materne di un bellissimo tricolore.
Nel corso di questi anni il gruppo si è sempre dimostrato sensibile nei confronti dei bisognosi, dei terremotati, degli alluvionati e dei profughi della guerra dei Balcani; inoltre ha dato il suo contributo per l’operazione Sardegna svoltasi a Putzu Ido, per la ristrutturazione della baita “Don Onorio” e per la ristrutturazione della sede di Trento.
Vanta un validissimo Gruppo Sportivo che costituisce da sempre un fiore all’occhiello per il Gruppo Alpini che con la sua dedizione ha sempre conseguito grandi successi.
Elenco dei Capi Gruppo:
Zanon Pietro 1959-1964
Cavallari Tullio 1964-1970
Bernardelli Giovanni 1970-1975
Iob Vittorio 1975-1981
Bernardelli Germano 1981-1982
Bernardelli Giovanni 1982-1984 
Rossi Luciano n.1942 1984-1986
Ravelli Maurizio 1986-1992
Bernardelli Giovanni 1992-2007
Ravelli Silvano 2007 a tutt'oggi

associazione

Tra le associazioni di volontariato il Corpo dei Vigili del Fuoco assume un ruolo di notevole importanza. Esso viene impiegato non solo negli incendi degli edifici e dei boschi, ma anche nelle molteplici calamità naturali (terremoti, straripamento dei fiumi, invasione dell’acqua nelle strade e negli scantinati…), in occasione di incidenti, come servizio di vigilanza sulle strade: in sostanza i Vigili del Fuoco svolgono un ruolo di “protezione civile”.
Fino al 1928 Commezzadura era formata da 5 Comuni: Almazzago, Deggiano e Rovina, Mastellina, Mestriago, Piano. In base alla “Notificazione della eccelsa Giunta Provinciale in Innsbruck del 27 settembre 1893 N. 11488” ogni Comune era tenuto ad avere un Corpo Pompieri. È stato possibile reperire il “Regolamento del Corpo Pompieri del Comune di Mastellina”, approvato dall’I.R. Capitanato Distrettuale di Cles il 9/2/18951.
Detto Regolamento del Corpo Pompieri prevedeva il seguente organico: Ispettore, Viceispettore, Sergente, Caposquadra, Macchinista e 5 Pompieri effettivi. Esso è composto di 36 articoli ben congegnati, dove sono descritti con precisione e lucidità i compiti di ciascun componente. Nel 1870 Fantelli Silvestro per Almazzago, Rossi Gio.Batta per Mastellina e Podetti Battista per Piano venivano invitati dal Dr. Negri, Capitano Distrettuale di Cles, a dotarsi di una “macchina idraulica”.
Nella Resa di Conto della Cassa di Sovvenzioni fra i Corpi dei Pompieri del Trentino al 31 dicembre 1900 viene riportata Mastellina con 17 pompieri. Nella Relazione del Comune di Dimaro alla Giunta Provinciale di Trento dell’aprile 1922 in seguito all’incendio di Dimaro del 4 dicembre 1921 fra i Corpi dei Pompieri accorsi si ricordano quelli di Deggiano, Mastellina e Mestriago.
In mancanza di documentazione, si presume che la fusione dei 5 Corpi delle frazioni in uno unico di Commezzadura sia avvenuta nel 1945 potendo far riferimento ad un documento riportante tale data unitamente ad un elenco di nominativi che hanno fatto parte del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Commezzadura di cui si ricorda il Comandante Germano Rossi assunto nel 1945 e per 42 anni consecutivi.
Nel luglio 1987 il Corpo Vigili del Fuoco di Commezzadura venne sciolto (per incomprensioni interne) per poi ricostituirsi nel novembre dello stesso 1987.
L’elezione nomina Comandante Luciano Rossi (27/01/55).
Nelle elezioni del febbraio 1996 il direttivo viene rinnovato per 4/5 e nomina Comandante Giovanni Bernardelli (22/12/40).
Le elezioni del dicembre 2000 eleggono Franco Mattarei Comandante e Giovanni Bernardelli viene nominato socio onorario per raggiunti limiti d’età;
Alfio Angeli passa – Vice
Comandante Marco Job resta – Capo Squadra
Andrea Penasa – Capo Squadra
Stefano Rosani – Cassiere
Gianni Savinelli – Segretario
Ciro Flessati ed Andrea Marinolli – Magazzinieri
Gli interventi più rilevanti effettuati dopo il 1987 entro il territorio comunale
sono:
1993: incendio boschivo presso Malga Scale;
1994: incendio della Malga Vaglianella;
2000: smottamento di terreno nei boschi e nelle strade – allagamento di
scantinati;
2003: incendio Malga Pramagnai in stato di abbandono, e bosco circostante.
Fra gli interventi fuori Provincia vengono ricordati:
1994: alluvione di Canelli – Piemonte: svuotamento di scantinati e garage
dal fango;
1997: terremoto in Val Topina – Umbria: allestimento campi di accoglienza
e puntellamento case;
1998: guerra in Kossovo: generi di conforto in Albania;
2000: Giubileo a Roma: allestimento campi di accoglienza;
2002: terremoto in Molise: allestimento campi e puntellamento case.
Attualmente il Corpo Vigili del Fuoco di Commezzadura è composto di 22 vigili attivi.
Tra il materiale in dotazione viene ricordato: 1 microbotte, pik up, 2 fuori strada, carrello motopompa 8/8, carrello semplice, 6 autoprotettori, 4 pompe immersione, gruppo elettrogeno, cuscini di sollevamento, 2 radio fisse, 4 radio veicolari, 7 radio portatili, cerca persone singolo, molteplice materiale minuto, attrezzatura contro l’infestazione d’insetti (api) usata per tutta l’Unione di Malé (Comprensorio C7).

associazione

Il Gruppo Giovani di Commezzadura è nato ufficialmente nel 1991, anno di stesura del suo statuto che, tra i primi articoli, sottolinea lo scopo principale dell’Associazione: “...promuovere iniziative che tendono a migliorare l’amicizia, l’unione e la disponibilità verso gli altri”.
Gia negli anni ’70 era sorto tra i ragazzi del Comune il bisogno di ritrovarsi, di stare insieme e di progettare iniziative che fossero in grado di animare e stimolare la vita della comunità.
I primi incontri informali tra i giovani sono nati con il sostegno del parroco don Ettore Taraboi e ben presto si sono visti i risultati positivi delle commedie dialettali che venivano preparate per mesi e poi recitate nel teatro parrocchiale di Mestriago. Tra quelle proposte negli anni dal 1991 al 1996 si ricordano: “El testament del zio Narciso”, “El gilé ensanguinà”, “ Vita da cagni”, “El malgar… ma che om!”.
Il Gruppo Giovani ha saputo darsi una buona organizzazione e tempi adeguati per essere presenti nei periodi più attesi e sentiti dell’anno: l’estate con punta a ferragosto e animazione della sagra di Almazzago fino all’anno 2005 e da allora viene organizzato il “Palio delle Frazioni” che coinvolge tutta la Comunità, la festa di Santa Lucia, il Natale, il Carnevale.
A Natale il maggior impegno viene riservato agli anziani residenti ed ai degenti presso il ricovero di Malé e di Pellizzano: per loro i membri dell’associazione preparano simpatici lavoretti fatti a mano e musiche adeguate al periodo natalizio.
Anche per Carnevale i giovani riservano particolare attenzione agli anziani preparando per loro allegri spettacoli in maschera che vengono poi riproposti a tutta la comunità in occasione del martedì grasso.
Molto sentite sono le iniziative a scopo di beneficenza che li vede impegnati soprattutto nella raccolta di viveri e di vestiti usati, ma in buono stato, il cui ricavato viene per lo più inviato alla missione peruviana dove lavora come volontaria la figlia di Miriam Podetti di Piano.
Il Gruppo Giovani organizza, già da diversi anni, anche gite turistico-culturali, aperte a tutta la popolazione Nell’estate del 2005 il Gruppo Giovani ha collaborato con il Circolo Anziani e Pensionati per l’allestimento della mostra fotografica “La Vita de ’sti ani” raccogliendo tra la popolazione oltre 200 foto anteriori agli anni ’50, che ha ottenuto un grande successo e molti visitatori soddisfatti.
Nell’estate del 2006, sempre in collaborazione con il Circolo Anziani e Pensionati, ha realizzato una mostra sul tema “La casa de ’sti ani” con l’esposizione di oggetti e mobili antichi. Anche questa mostra ha richiamato molti visitatori appassionati e curiosi del passato.
Non è superfluo sottolineare come la presenza attiva dei giovani in una comunità sia molto importante, perché essi rappresentano la continuità tra passato, presente e futuro.
La presenza di un’Associazione di Giovani “offre ai ragazzi la possibilità di scoprire, divertendosi, il bello del riconoscersi in un gruppo ed il fascino di darsi da fare in modo gratuito per gli altri e per il proprio paese”.
Elenco dei Presidenti:
Lorenzo Ravelli
1991-1997
Diego Marinolli
1997-2000
Jessica Mattarei
2000-2005
Lorenzo Podetti
2005-ad oggi

associazione

Il Circolo Anziani e Pensionati è stato costituito da Podetti Egildo nel 1990 che ne fu il Presidente fino al 2000; il suo successore fu il fratello Severino, deceduto il settembre 2006.
Nell’ottobre 2006 l’Assemblea dei Soci ha eletto Presidente Angelo Riganti ed il nuovo Direttivo: in tale occasione è stato adottato il nuovo Statuto del Circolo per consentire l’iscrizione al Coordinamento Circoli ed ai Servizi Socio-Assistenziali della Provincia di Trento.
Il Segretario del Circolo Alberto Rosani è stato nominato Coordinatore dei Circoli della Val di Sole e membro del Direttivo dei Circoli della P.A.T. 2006, Circolo Anziani e Pensionati de La Commezzadura
“Attraverso tre appuntamenti settimanali nei giorni di martedì, giovedì e domenica” il Circolo si ritrova “presso la Sede situata al I piano della canonica per chiacchierare, fare una partita a carte e trascorrere insieme il pomeriggio”.
Ai momenti di svago ne seguono altri di formazione culturale che vanno dalla medicina alla storia, alla politica, all’educazione artistica, alla sensibilizzazione sociale, alla catechesi, alle gite d’istruzione, alla partecipazione ai “Corsi dell’Università della Terza Età e del Tempo Disponibile” che si tengono a Dimaro.
Nel 2007 il Circolo conta 143 soci. Per favorire alcune attività che richiedono uno spazio maggiore, il Circolo può usufruire della Sala Polifunzionale del Comune e all’occorrenza della Sala Parrocchiale al terzo piano della canonica. Il Circolo, in sintonia con i dettami del Coordinamento Provinciale dei Circoli auspica che essi “siano sempre più indirizzati verso un ruolo propositivo e di collegamento con fasce di età diverse e gruppi di volontariato ed istituzionali presenti nelle realtà in cui operano”.